Volley Genova Vgp contro Serteco Volley. Un derby, in questo caso genovese, come tanti nel campionato regionale di Serie D di pallavolo femminile. Una partita speciale per Valeria Scisciò e Marco Trabucco (in posa, nella foto in evidenza, con la figlia subito dopo il match… “casalingo”). Sono moglie e marito, levantini, tutti e due allenatori e, per la prima volta, diretti avversari e subito alla prima giornata di campionato.

Valeria Scisciò batte Marco Trabucco: sposi e rivali

Alla palestra Gramsci di via Boeddu a Genova, si è imposto il Volley Genova Vgp. La moglie ha battuto il marito. Valeria ha superato Marco. L’allieva che supera il maestro perché la Scisciò prima di essere la compagna e poi la moglie di Trabucco, è stata, negli anni scorsi, una sua giocatrice nelle file del Chiavari ‘90.

«Abbiamo fatto tanta strada insieme e – sorride Marco – siamo stati divisi ed avversari per una partita. Una cosa particolare sicuramente anche perchè ci conosciamo talmente bene e non abbiamo segreti che, a livello sportivo, sorprenderci a vicenda è impossibile». Trabucco era all’esordio sulla panchina della Serteco Volley, fino alla scorsa stagione, come noto, guidava le ragazze di Serie C dell’Admo Volley Lavagna. Il suo debutto, quindi, è stato «rovinato» dalla moglie. anche lei alla prima partita sulla panchina del Volley Genova Vgp: «Dalla seconda giornata, torneremo a tifare uno per l’altro – assicura Valeria – e anzi si potrà anche collaborare scambiandoci informazioni sulle avversarie da affrontare….». Se per Marco e Valeria è stata una partita particolare, chissà per loro figlia Alice che ha assistito in tribuna, senza parteggiare, con una maglietta neutra.