Scendono a 11 le partecipanti al prossimo torneo 2019/2020. Dopo il ripescaggio in seconda categoria del Merello United, squadra finalista dei playoff della stagione appena conclusasi, un’altra “tegola” si è abbattuta sul torneo chiavarese. La fusione tra il Segesta, retrocesso dalla serie superiore, con il Monilia. Il titolo sportivo della nuova società, che ha deciso di unire le forze, sarà appunto quello del Monilia, partecipando nel prossimo torneo di seconda.

Ad oggi stagione 2019/2020 con 11 squadre

Il quadro ad oggi Queste le squadre che dovrebbero, salvo sorprese, confermare l’iscrizione al torneo: Arenelle, Entella Chiavari, Leivi, Lumarzo, Marina Giulia, Polisportiva Val d’Aveto (nella foto), Portofino, Real Deiva, Recco 2019, Ri Calcio e Santa Maria del Taro.

Recco 2019 unica certezza Unica novità confermata viene da Recco. La nuova società, sabato 20 luglio dalle ore 17, in via Verzemma a Recco si presenterà ufficialmente, tenendo la sua prima festa enogastronomica con musica dal vivo.

Il Rapid Nozarego ripartrà dalla terza? Pare certo, però, che quasi sicuramente a settembre saranno almeno 12 le squadre al via nel campionatissimo. Il Rapid Nozarego, dopo la fusione con il Sori, a cui ha lasciato il titolo sportivo per partecipare al campionato di prima categoria, potrebbe ripartire dalla terza categoria. Il campionatissimo, in questo modo, guadagnerebbe un’altra “nuova” compagine, salendo a 12 squadre, per un campionato senza turni di riposo.

Leggi anche:  Incontro con Bergoglio, i "campioni del cuore" in campo per la solidarietà

Il Moneglia in terza o in seconda Da definire, inoltre, la situazione del Moneglia, dove pare certa la rinuncia ad iscriversi al prossimo campionato di prima categoria. La squadra monegliese, potrebbe ripartire, come il Rapid Nozarego dalla terza categoria o, cosa molto più probabile, dalla seconda categoria.

Altre squadre in arrivo? Difficili ma non impossibili, ulteriori nuove squadre che si iscriveranno al prossimo campionatissimo. Negli ultimi mesi, voci, ma nulla più, si sono rincorse a Sestri Levante, per la creazione di una nuova compagine, così come a Chiavari, per una squadra amatoriale, composta prevalentemente da giocatori stranieri, che aveva intenzione di tentare il grande salto in un torneo ufficiale.

Scongiurata (anche quest’anno) l’unione con Spezia Chiavari continuerà ad avere il suo girone di terza. E negli ambienti della Figc locale, anche quest’anno la possibilità di unire il torneo con la seconda categoria spezzina è scongiurata. Sospiro di sollievo dunque per sportivi e appassionati locali, che a questa “estrema” soluzione, hanno sempre arricciato il naso.