Con la fine del girone del girone di andata, cala il sipario sul 2017. Abbiamo dato i voti alla tredici squadre partecipanti del campionato

Massimo dei voti per la Rapid Nozarego che si è laureata campione d’inverno con largo anticipo

Rapid Nozarego, voto 10: prima in classifica, 0 sconfitte, 1 pareggio, 11 vittorie e Francesco Rizzo capocannoniere della Seconda Categoria con 19 gol. I gialloblu di Claudio Biavaschi si sono laureati campioni d’inverno con diverso anticipo. Un piede e mezzo già in Prima Categoria.

A Ciassetta, voto 9: in una stagione normale la squadra allenata da Marcello Grazi occuperebbe la prima posizione ma davanti a loro ci sono i sammargheritesi. I lavagnesi, però, possono contare su un Federico Mosto in più.

Sottocollese, voto 8: la mina vagante del torneo è in piena zona play-off. La squadra di Davagna che gioca le proprie partite casalinghe a Torriglia promette battaglia fino alla fine.

Carlo Grasso, voto 7: le ultime due sconfitte prima del turno di riposo e della pausa natalizia non hanno pregiudicato l’ottimo girone d’andata degli uomini allenati da Marco Ambrosino.

Leggi anche:  Luciano Ricci è il nuovo preparatore dei portieri del Sestri Levante

Cornia, voto 6,5: “Suo figlio è intelligente ma non si applica” verrebbe da dire a mister Nicola Vigna. I gialloneri hanno tutte le potenzialità per fare benissimo.

San Lorenzo, Borgo Rapallo e Borgorotondo, voto 6: a metà classifica, meritano la sufficienza ma occorre fare dei distinguo; i bianconeroverdi di Giancarlo Romiti possono ambire ai play-off, i rossoblu di Cesare Melillo possono essere l’ago della bilancia mentre la squadra di Varese Ligure guidata da Simone Papini deve salvarsi.

Atletico San Salvatore e Atletico Casarza, voto 5,5: per le compagini di Emilio Garbarino e Fabio Gandolfo basterebbe poco per fare un altro tipo di campionato.

Framura Montaretto e Panchina, voto 5: c’è da lavorare per evitare la retrocessione e sperare, come nel caso dei grigioverdi di Christian Gastrini e Simone Tuccio, nel recupero di diversi infortunati.

Leivi, n.g.