Oggi alle 15 la Virtus Entella farà visita, per il quinto anno consecutivo, all’Istituto Gaslini di Genova. Il programma prevede il tradizionale incontro con pazienti di Neurochirurgia, reparto “adottato” dal club di via Gastaldi a cui sono destinate tutte le donazioni, ma anche gli altri piccoli ricoverati potranno conoscere da vicino i calciatori biancocelesti. Un modo per rendere meno difficile la presenza in ospedale e per donare un momento di serenità ai bambini e alle loro famiglie. “Il rapporto con il Gaslini ci inorgoglisce, si tratta di una collaborazione all’insegna della continuità che ha permesso negli anni di realizzare tanti progetti – spiega Sabina Croce, presidente di “Entella nel Cuore” – a dimostrazione di come calcio e solidarietà possano andare di pari passo. La nostra partecipazione vuole essere un segno di vicinanza, ma ogni volta i calciatori escono dal Gaslini arricchiti. Siamo noi a ricevere un prezioso insegnamento”.

I biancocelesti incontreranno i pazienti del reparto di Neurochirurgia

“Siamo felici di ospitare anche quest’anno la Virtus Entella al completo – spiega Pietro Pongiglione, presidente Istituto Giannina Gaslini e Associazione Gaslini Onlus – Un gesto concreto di affetto nei confronti dei piccoli pazienti del nostro Istituto che si unisce alle molteplici iniziative benefiche che la squadra biancoceleste, da ormai diversi anni, destina all’Ospedale tramite la Gaslini Onlus per il finanziamento di progetti speciali”.