Dopo 49 giorni dalla prima giornata di Serie C contro il Gozzano del 18 settembre , la Virtus Entella si prepara a tornare in campo. “Domenica prossima scenderemo in campo contro il Pisa, perché la Serie C ci impone di giocare, pur sottolineando che la disputa del match non compromette l’eventuale riammissione nel campionato che meritiamo”, ha affermato il presidente biancoceleste Antonio Gozzi.

I biancocelesti “costretti” a scendere in campo al Comunale di Chiavari contro il Pisa

Aspettando la sentenza definitiva del Tar, prevista il 6 novembre, il club di via Gastaldi aveva chiesto alla Lega Pro di rinviare il match contro il Pisa. È arrivata la risposta negativa attraverso una lettera del vice presidente vicario Mauro Grimaldi, nonostante il Collegio di Garanzia del Coni aveva riconosciuto ai chiavaresi il diritto di giocare in Serie B dopo la decisione del Tribunale federale di infliggere al Cesena una penalizzazione di 15 punti da scontare nel campionato 2018/19 per le plusvalenze fittizie. Questo avrebbe fatto retrocedere il Cesena e non la Virtus Entella. Il Cesena è poi fallito e non si è iscritto alla B.