Dopo il caso controverso della scorsa giornata di campionato, in cui alla Pro Recco è stata comminata la sconfitta a tavolino per l’inagibilità della piscina, come da pronostico oggi lo squadrone biancoceleste ritorna dalla capitale con tre punti in valigia: 7-18 il finale al Foro Italico contro la neopromossa Roma.

Roma Nuoto – Pro Recco 7-18

Top scorer Echenique, a segno sei volte. Giornata speciale per il giovane Giglio Rossi, classe 2004, all’esordio assoluto in serie A1, in vasca negli ultimi due minuti. Approccio aggressivo e concentrato della squadra di Rudic che mette il match sul binario giusto già nel primo quarto, chiuso sullo 0-5. I biancocelesti calano il pokerissimo anche nel secondo tempo e vanno al cambio campo sul 4-10, trascinati dalle triplette di Renzuto Iodice ed Echenique.

Si riparte, Bijac sostituisce Tempesti tra i pali, il mancino di Rosario è ispirato e ne segna altri due; il protagonista assoluto, però, è Velotto, in gol tre volte nello spazio di quattro minuti: all’ultimo quarto le squadre si presentano sul 5-16. La Pro Recco, letale con l’uomo in più, allenta il ritmo. Di Fulvio e il solito Echenique gonfiano la rete, mentre la Roma buca il portiere biancoceleste due volte. Finale con gli occhi puntati sul 14enne Rossi: in vasca negli ultimi 120 secondi, sfiora il gol che avrebbe impreziosito una giornata comunque da ricordare.