La Liguria apre la stagione del grande ciclismo e pensa al 2019 con il ritorno del Giro d’Italia

Domenica il Trofeo Laigueglia apre la stagione del ciclismo che conta

Il Trofeo Laigueglia di domenica prossima apre in Liguria la stagione del grande ciclismo destinata a proseguire sabato 17 marzo con la Milano – Sanremo e domenica 22 aprile con il Giro dell’Appennino che farà il suo ritorno a Genova. Dopo, per rivedere all’opera i professionisti, bisognerà aspettare il 2019. Un anno che dovrebbe essere decisamente interessante e foriero di novità. Il consigliere delegato allo Sport del Comune di Genova Stefano Anzalone ha annunciato che sono in corso contatti con Rcs Sport affinché la 102^ edizione del Giro d’Italia proponga un arrivo di tappa all’ombra della Lanterna.

Rapallo aspira al ritorno del Giro d’Italia nel 2019

Lo scorso anno il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco era intenzionato a portare la carovana rosa nel Tigullio, poi la decisione di partire da Gerusalemme ha scombussolato i piani e non se n’è fatto più nulla. Rapallo però aspira al ritorno del girini. Le novità non si fermano qui, anche nella riviera di ponente, in modo particolare ad Alassio, sarebbe gradito un arrivo di tappa. Dalla città, nonostante l’assessore allo sport Simone Rossi non confermi, arriva un’altra ghiotta proposta. Potrebbe ritornare la Alassio, un tempo gara d’apertura per i dilettanti, riservata ai professionisti. Un progetto tutto da verificare ma non privo d’interesse soprattutto se la corsa venisse inserita nel calendario in prossimità del Trofeo Laigueglia.

Leggi anche:  Elisoccorso, i Cinque Stelle chiedono una commissione

 

Il Giro d’Italia pertanto tornerà in Liguria, dopo la scorpacciata del 2015, ben quattro tappe compresa la partenza, Rcs è decisa a proporre almeno una tappa. Dall’ U.S. Pontedecimo l’ultima indiscrezione, nel 2019 il Giro dell’Appennino compie ottant’anni e nello stesso anno ricorre il centenario della nascita di Fausto Coppi. Ormai certa la partenza da Novi Ligure