Lo ha comunicato con una lettera all’amico giornalista Pierluigi Pardo: Antonio Cassano non tornerà in campo. Gli allenamenti e le amichevoli con l’Entella avevano fatto pensare ad un imminente sposalizio fra società e fantasista, che del resto aveva dichiarato di «voler giocare», ma così non sarà. Nella lettera aperta, Cassano ringrazia l’Entella e il presidente Gozzi per l’occasione concessa, ma, spiega, nei giorni di allenamento ha «capito di non avere più la testa per allenarsi con continuità». Insomma, dichiara Cassano, «per giocare a pallone servono passione e talento ma soprattutto ci vuole determinazione e io in questo momento ho altre priorità». Certo, per i tifosi biancocelesti questa potrà sembrare un po’ una beffa, ma non resta che augurare a Fantantonio il miglior secondo tempo possibile per la sua vita.