Prima edizione del “Memorial Don Nando Negri”: gara paraciclistica valevole come 6° tappa del Giro d’Italia Handbike 2018.

Handbike a Chiavari con la prima edizione del Memorial Don Nando Negri

Il Comune di Chiavari e THT “Tigullio Handbike Team” hanno presentato la prima edizione del “Memorial Don Nando Negri”, la competizione paraciclistica valevole come 6° tappa del Giro d’Italia Handbike 2018 che si disputerà sabato 6 ottobre 2018 a Chiavari. Il Giro d’Italia di Handbike, manifestazione giunta ormai alla nona edizione, consta di 7 tappe di cui 5 già disputate e quella di Chiavari sarà la penultima prima del gran finale di Torino di 8 giorni dopo.

Dopo la gara del 2013 in cui i Chiavaresi scoprirono l’handbike, le diverse disabilità degli atleti che la praticano e anche la bellezza delle loro strade per qualche ora senza il rumore del traffico, quest’anno si replica con un circuito il cui baricentro sarà spostato nella zona più caratteristica e antica della città: il centro storico.
Il circuito è di 3,200 Km e Piazza Roma sarà la location riservata alle partenze ( ore 12) e agli arrivi della competizione. In questo modo gli spettatori che si concentreranno attorno e in mezzo alla piazza, potranno assistere agli sprint per la vittoria in cui gli atleti dovranno percorrere “la U” che la strada forma attorno alla piazza, con l’ultima curva di 180 gradi a meno di cento metri dall’arrivo.

La campionessa del mondo incontrastata delle ultime 3 edizioni della rassegna iridata, Francesca Porcellato, sarà tra i partenti della categoria H3 femminile. La società organizzatrice Tigullio Handbike Team porterà alla partenza, insieme ad altri 5 atleti di cui 3 liguri, il friulano Federico Mestroni, fresco campione del mondo a cronometro nei Mondiali appena disputati nella sua regione ad agosto. Atleta 38enne, rappresenta il presente e il futuro italiano della categoria e della nazionale italiana. Il Capitano del THT, il chiavarese Vittorio Podestà, oro olimpico a Rio de Janeiro nella cronometro, vestirà i panni inediti dell’organizzatore e dell’aiuto regista dell’esperto Gianluigi Brigneti, dopo la sospensione temporanea dell’attività agonistica decisa per la nascita della sua primogenita Anita. Va detto che, pur essendo una specialità riservata alle categorie disabili, da due anni la Federazione Ciclistica Italiana ha permesso la partecipazione di una categoria open, costituita da atleti normodotati che hanno capito la bellezza di questa specialità la quale ha solo la particolarità di essere stata scoperta per prima da persone che non possono utilizzare la classica bicicletta, ma che è soltanto un modo diverso, ma non meno esaltante, di pedalare. Questi atleti partiranno insieme alla categoria H5 (la stessa di Alex Zanardi).
Ci sarà anche la partecipazione di alcuni atleti stranieri, tra cui spiccano il giovane tedesco Johannes Herter, recente vincitore della gara del Circuito Europeo Handbike di Lugano in categoria MH3 e il francese Joseph Fritsch (MH4), secondo classificato alla maratona di Berlino 2018. Al termine delle gare, previsto intorno alle 16, orario in cui si potranno riaprire al traffico tutte le strade eccetto piazza Roma, si procederà alle premiazioni dei podi delle varie categorie, dei titolari delle varie maglie rosa e del vincitore del primo trofeo “Memorial Don Nando Negri”, che verrà individuato tra i vincitori di tutte le categorie con più di 10 partenti (colui che vincerà con il maggiore distacco).