Ritrovare la forma in primavera cambiando stile di vita è possibile. Questa stagione è il momento in cui le persone cominciano a guardarsi allo specchio con un più di attenzione. Scoprendo talvolta accumuli di adipe nei punti critici del corpo. Che fare per attenuarli o eliminarli ritrovando la linea perduta a causa della vita sedentaria e dei piatti ipercalorici dell’inverno?

Ritrovare la forma in primavera

Partiamo con l’allenamento personalizzato. Diversi gli accorgimenti consigliati dagli esperti. Il primo è quello di farsi preparare un piano di allenamento personalizzato da un personal trainer, una vera e propria tabella di marcia messa a punto da un professionista specializzato in base alle esigenze e alle possibilità concesse a ciascuno dal proprio fisico. Non si tratta solo di prendere in considerazione il lato estetico, ma soprattutto di valutare con attenzione la sfera della salute e del benessere a 360 gradi.

Trattamenti detossinanti: il linfodrenaggio manuale

Una delle esigenze più sentite in questa fase dell’anno è quella di disintossicare l’organismo dalle tossine accumulate nei mesi freddi. Tra i trattamenti manuali più efficaci per ottenere questo risultato c’è il linfodrenaggio, ovvero un massaggio lento e leggero che segue il percorso della linfa, un liquido lattiginoso composto di acqua, sali, proteine e cellule immunitarie (linfociti): nasce dal sangue e attraversa ogni distretto corporeo per ripulirlo da scorie e tossine. Il linfodrenaggio manuale ha come finalità quella di aiutare la linfa ad entrare nelle stazioni linfatiche dove si rigenera. Il trattamento consiste in una combinazione di movimenti circolari, ruotanti od ovali, piccoli o grandi, superficiali o poco profondi, effettuati a una o due mani, in cui la pelle viene spinta senza scivolare sopra di essa nelle due direzioni trasversale e longitudinale, rispettando il decorso dei deflussi cutanei o sottocutanei in direzione delle stazioni linfonodali di competenza.

Leggi anche:  Un buon bicchiere di vino fa bene alla salute

Alimentazione in primavera

Attività motoria, trattamenti benessere… Senz’altro sono percorsi che daranno esiti positivi, ma come accelerarne gli effetti sul nostro corpo? Naturalmente, attraverso l’alimentazione. Per prima cosa è indispensabile abbandonare i cibi confezionati privilegiando alimenti freschi e di stagione. Frutta e verdura sono infatti alimenti ricchi di sostanze antiossidanti – come le vitamine C, E, il betacarotene, precursore della vitamina A – essenziali per proteggere le cellule del nostro organismo. Inoltre alcuni ortaggi come i carciofi, le bietole, le carote e i cavoli contengono composti. Hanno un’azione decongestionante sul fegato e migliorano lo smaltimento delle sostanze grasse. Per chi soffre di ritenzione idrica potrebbe essere d’aiuto anche il ricorso a tisane drenanti che aiutano a smaltire i liquidi in eccesso. Asparago, betulla, ciliegio, equiseto, frassino, gramigna, ortosifon, ononide spinosa, ortica, pilosella, prezzemolo e tarassaco le piante più efficaci da questo punto di vista.