Con la prova costume alle porte, aumentano sensibilmente le ricerche in Rete delle diete. La più gettonata arrivata al top della classifica stilata da SEMrush, la piattaforma per gestire la visibilità online, che analizza le ricerche effettuate dagli utenti è la dieta chetogenica, che in un anno ha visto duplicare il numero di query su Google. Basti pensare che i risultati erano attorno alle 33.000 unità nell’aprile 2018 e, con alti e bassi, hanno raggiunto le 74.000 unità nel marzo di quest’anno.

In testa la “chetogenica”

Che cos’è la dieta chetogenica e perché è così richiesta? Si tratta di un regime alimentare che, riducendo drasticamente i carboidrati, promette un sensibile calo di peso. Aumentando, di contro, proteine e grassi le cellule dell’organismo tendono a bruciare i grassi. Ma, va detto, è un percorso difficile da seguire, da preferire per poche settimane.

Dukan al secondo posto

Al secondo posto troviamo la dieta Dukan che pare aver perso appeal dallo scorso anno, passando da 49.000 risultati ad aprile 2018 a poco più di 30.000 nel marzo 2019. La dukan predilige le proteine e non si addice a vegani e vegetariani, avendo alla base alimenti di origine animale. Inoltre tende a non fornire una corretta educazione alimentare. In realtà, come una macchina del tempo alimentare, trasporta l’organismo alla preistoria: quando gli uomini primitivi si cibavano principalmente di carne animale e bacche o ortaggi, allora spontanei.

Mediterranea… un evergreen

Resiste nel tempo la più equilibrata e tipica dieta mediterranea, stabile con una media di 23.533 ricerche mensili attraverso il web. Questo stile alimentare si basa sulle tradizioni dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, che pongono alla base della piramide alimentare i cereali e le patate: fonte di carboidrati complessi e di fibre. Prevede infatti un largo utilizzo di pasta, pane ortaggi e legumi con un frequente apporto di pesce, formaggi e latticini, in genere. Olio d’oliva frutta e carni, bianche e rosse, prevedono un consumo ponderato. Poiché coinvolge i valori della terra e il dialogo interculturale, è stata inserita nel patrimonio immateriale dell’UNESCO. È considerata unica al mondo e previene anche alcune patologie.

Leggi anche:  Consigli utili per chi sta per partire per un viaggio

Non è finita… pensa anche alla colazione!

Se l’esercizio fisico è fondamentale, da non trascurare è soprattutto una sana colazione, nonostante quasi un italiano su 3 (31%) si dica pronto a saltarla completamente in questo particolare periodo dell’anno.

Il primo pasto della giornata risulta invece fondamentale per tornare in forma grazie soprattutto al “Breakslow”, la tendenza d’Oltreoceano che considera la colazione come un momento di gratificazione e condivisione con le persone a cui si vuole più bene. Da una tazza di cereali integrali, accompagnati magari da una bevanda vegetale, ad un piatto di frutta fresca con dello yogurt: sono tanti gli ingredienti che gli esperti consigliano per restare tonici o rimettersi in forma partendo proprio da una colazione perfetta.

E’ quanto emerge da uno studio di Isola Bio Lab, l’osservatorio che analizza i trend legati al mondo della colazione, con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su 1800 italiani dai 18 ai 65 anni, attraverso un monitoraggio di oltre 150 fonti tra testate, magazine, portali, blog e community lifestyle internazionali ed un pool di oltre 30 nutrizionisti in occasione della tanto attesa prova costume in vista di quest’estate.