Visita a Chiavari, quest’oggi da parte del Presidente della Regione Giovanni Toti, arrivato in città in tarda mattinata alle 11.40. Il governatore, accompagnato dall’assessore regionale alla formazione Ilaria Cavo, si è prima recato a Palazzo Bianco, dove ha tenuto un incontro privato col Sindaco Marco Di Capua ed assieme al presidente del consiglio comunale Antonio Segalerba ed al consigliere d’opposizione Sandro Garibaldi. Si è parlato di vari argomenti in merito a presente e futuri sviluppi della città, in particolare di urgenze infrastrutturali  e del rischio idrogeologico, del Rupinaro e del progetto di uno scolmatore. Nessun commento invece sulla questione del depuratore comprensoriale.

La comitiva, allargatasi agli assessori Fiammetta Maggio e Gianluca Ratto, si è quindi recata in via informale tra le bancarelle della fiera di Sant’Antonio che questo fine settimana animano il centro cittadino.

 

Toti: «Scolmatore appare idea più funzionale per la città»

«Oggi abbiamo fatto un punto sulle urgenze di questa città. In particolare il tema del dissesto idrogeologico e della difesa del suolo, ovvero il Rupinaro, che come i chiavaresi sanno è un corso d’acqua che bisogna guardare con grande attenzione», ha commentato il Presidente Toti al termine dell’incontro. «Ci sono vari progetti sul tavolo del Sindaco, tutti sembrano concordi sul fatto che l’idea di uno scolmatore potrebbe essere quella più funzionale per la città. Su questo lavoreremo nelle prossime settimane con l’amministrazione di Chiavari, per essere pronti quando il Fondo strategico regionale si riunirà per la programmazione dell’anno in corso. Non sono lavori semplici, parliamo di interventi complessi in galleria, e anche onerosi. Ma nella programmazione pluriennale degli interventi strategici regionali, le esigenze di sicurezza di un Comune importante come Chiavari andranno certamente comprese».