Si terrà questa sera,  lunedì 10 giugno, la prima seduta di Consiglio comunale della nuova amministrazione Bagnasco. A convocarla e presiederla – prima che venga ufficializzata la nomina di Mentore Campodonico al vertice dell’assise – sarà il “consigliere anziano” Salvatore Alongi, già designato al ruolo di capogruppo della lista “Bagnasco sindaco” con incarico alla sanità. Varata la giunta, si delinea con maggior chiarezza la composizione del futuro parlamentino rapallese e prende forma la mappa degli incarichi che verranno però ufficializzati in un secondo momento. L’unico nodo che resta da sciogliere è quello dell’eleggibilità di Stefania Zampatti, ritenuta presumibilmente incompatibile per via del suo precedente incarico nel nucleo di valutazione dei dirigenti comunali. Qualora non potesse accedere al Consiglio, il suo seggio verrebbe surrogato dall’ex consigliere Giuseppe Candido. Restando nella lista ammiraglia del primo cittadino, a Vittorio Pellerano dovrebbe essere riconfermato l’incarico allo sport, per Elisabetta Ricci l’associazionismo, per Eugenio Brasey i servizi demografici e il patrimonio, mentre le “politiche green” dovrebbero essere assegnate ad uno dei due esordienti eccellenti, Andrea Rizzi e Daniele Trucco. In quota Lega, Fabio Proietto dovrebbe occuparsi delle frazioni, Laura Mastrangelo della pubblica istruzione, mentre a Maurizio Malerba – che subentra come primo dei non eletti a Franco Parodi – dovrebbero andare parchi e giardini. Viva Rapallo, oltre al futuro presidente Campodonico, schiera anche l’ex assessore al bilancio Alessandra Ferrara che ora, nel ruolo di consigliere, continuerà ad occuparsi di mobilità pubblica. Forza Italia vede invece il ritorno di Giorgio Tasso cui dovrebbe andare l’incarico a commercio e attività produttive precedentemente ricoperto dall’assessore Lai, mentre Maria Cristina Ardito, per la lista ”Con Brigati per Rapallo”, continuerà ad occuparsi – ma questa volta in Consiglio – di valorizzazione del castello e delle mostre. In opposizione entrano soltanto Isabella De Benedetti, candidata sindaco del Movimento 5 Stelle, e Mauro Mele candidato per il Partito Democratico.