Attacco alla giunta recchese da parte di Cristiano Benvenuto: «Giunta attenta alle deiezioni canine, ma tollerante verso episodi di accattonaggio e commercio abusivo».

L’attacco di Benvenuto

«I regolamenti vanno tutti rispettati e fatti applicare, senza fare due pesi e due misure. Va bene l’impegno dell’assessore Valentina Grazioli nella repressione dei ‘furbetti della pipì’ dei cani, ma allora ci aspettiamo che medesima solerzia sia impiegata anche per contrastare altri fenomeni di degrado e illegalità. Se per multare gli incivili patroni di cani l’assessore non esita a chiamare rinforzi, in borghese, da altri Comuni, purtroppo, invece, dispiace constatare la tolleranza, quotidiana, di commercio abusivo itinerante e accattonaggio, che, proprio secondo regolamenti comunali, andrebbero puniti».

Così dichiara il segretario della Lega sezione Golfo Paradiso Cristiano Benvenuto, commentando la decisione dell’assessore al Servizio di igiene urbana del Comune di Recco di utilizzare agenti di polizia locale di altri Comuni per multare i patroni di cani non dotati della bottiglietta d’acqua. «Purtroppo con questa giunta – conclude Benvenuto – continua a esserci una totale distanza di visione politica: non possiamo essere d’accordo neppure con la recente decisione di firmare una convenzione con la prefettura per far lavorare gli immigrati, ospiti nei Cas di Recco. Noi restiamo dell’idea che prima vengano gli italiani».