Il porto di Lavagna, quando scadrà l’attuale concessione, dovrà essere gestito dal pubblico o dai privati? È il referendum che intende proporre l’associazione “100% Lavagna”. Laura Corsi e Mario Maggi, inoltre, anche in merito agli oltre 5 milioni di euro nelle casse comunali annunciati da Palazzo Franzoni.

A volerlo chiederlo con un referendum Laura Corsi e Mario Maggi

“Una buona notizia, ma il merito non è solo di Gian Alberto Mangiante” sottolinea “100% Lavagna” al sindaco, ricordando l’ex consigliere Massimo Chiappara, che per primo denunciò la criticità della situazione durante l’amministrazione di Giuliano Vaccarezza. Un po’ di merito, per l’associazione, va riconosciuto anche ai commissari, ai dipendenti comunali e agli attuali consiglieri, che hanno rinunciato al gettone di presenza. “Ma il merito maggiore è dei molti lavagnesi onesti che fino ad ora hanno pagato tasse e tributi folli a fronte di una condizione generale della città sconcertante e di servizi limitati e talvolta inadeguati”.