Il Partito Democratico chiede maggiori garanzie sul futuro dell’ospedale di Rapallo.

Chiusi i reparti di Pneumologia e Dialisi a Sestri Levante e di Oculistica a Rapallo

Il coordinatore del circolo PD di Rapallo, Giorgio Gianello invita la Regione non chiudere i poli ospedalieri di Sestri Levante e Rapallo:

“Come si evidenzia dal programma sanitario della Regione Liguria, la giunta del presidente Giovanni Toti, con in testa l’assessore alla Sanità Sonia Viale, fanno chiaramente capire che il destino degli ospedali di Rapallo e Sestri Levante, saranno destinati alla chiusura e non rimarrà altro che quello di Lavagna, anche se verranno dedicate risorse per il potenziamento, che noi crediamo non realizzabili per svariati motivi.

Mancanza di nomina di un attuale Dirigente Sanitario, la chiusura di Pneumologia e Dialisi di Sestri Levante, Oculistica di Rapallo, e così via, sono segnali evidenti che porteranno alla chiusura definitiva di queste strutture. Grande dispendio di energie e denaro pubblico per le casse della Sanità Ligure, nonché la perdita di eccellenze e professionalità di personale. Quanto a recuperare risorse per le nostre strutture, riguardo alle cifre “procapite” che vengono erogate, Genova percepisce quasi il doppio, ma le tasse che i cittadini pagano sono tutte uguali. Hanno creato Aziende Ospedaliere e strutture ASL, come mai? Quanto ritorna al territorio rispetto a Genova?

Siamo altresì convinti che le strutture di Rapallo e Sestri Levante debbano fornire quel supporto che Lavagna non può garantire”