Intitolare le varie fontane di Chiavari a donne che si sono distinte per particolari meriti umani, morali e sociali. Il gruppo consiliare Noi di Chiavari si unisce alla richiesta presentata in Comune da una serie di associazioni operanti sul territorio e chiede che l’argomento sia trattato in un ordine del giorno all’interno della prossima seduta del Consiglio Comunale.

La proposta: “Intitoliamo le fontane alle donne meritevoli”

Roberto Levaggi (capogruppo), Daniela Colombo e Silvia Garibaldi affermano: «Crediamo in questa proposta e sosteniamo con ogni forza la sua valenza. Grazie a CIF – Centro Italiano Femminile, HIROandCO, F.I.D.A.P.A B.P.W. Sez Tigullio, L’Agave, L’Agorà, Club Le arti si incontrano, Le Muse Novae, Soroptimist, Snoq Tigullio, Zonta Tigullio e Golfo Paradiso per averla presentata a Palazzo Bianco».

Nel documento, indirizzato a presidente del Consiglio Comunale, sindaco, vice sindaco e Segreteria Generale, si chiede che le fontane di Chiavari siano intitolate a donne (che saranno indicate dalle varie associazioni) che si sono distinte in modo particolare, prevedendo come prima di queste intitolazioni il prossimo 8 marzo e con calendario da loro suggerito.

Leggi anche:  Puc di Rapallo, si avvia a conclusione l’iter

Secondo Noi di Chiavari, «si tratta di proposta relativa alla toponomastica di semplice applicazione, non avendo influenze su indirizzi e numeri civici. Per questo impegniamo sindaco e giunta a intraprendere tutte le iniziative e provvedimenti necessari ad accogliere e rendere esecutiva la proposta in oggetto».