Continuano ad arrivare segnalazioni dal Comune di Cogorno sulla presenza continua dell’ex Sindaco Gino Garibaldi nelle sedi del Comune stesso, pare addirittura essere ancora in possesso delle chiavi della casa comunale.

I video

A denunciare il fatto è il deputato del Movimento Cinque Stelle Roberto Traversi e non è l’unico. La lista civica Avanti Cogorno, rappresentata da Daniele Groppo, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta descrivendo la scena di Garibaldi che, intorno alle 22.30, estraeva le chiavi ed entrava in Comune a Cogorno.

“L’ex Sindaco ha dovuto dimettersi in quanto condannato a due anni e dieci mesi nel processo “spese pazze” per peculato, condanna che in base alla Legge Severino comporta l’interdizione perpetua ai pubblici uffici – spiega Traversi – La storia di Cogorno è emblematica! Un Sindaco che si presenta alle elezioni pur sapendo della sentenza in arrivo e della possibile condanna. Non contento invece di dimettersi nomina il Vice Sindaco, suo “delfino”, al suo posto. Vice Sindaco che è alla fine dei due mandati quindi sarebbe stata incandidabile in caso di nuove elezioni. Ora mi domando, se fosse vero, come segnalato, che il Garibaldi frequenta assiduamente la casa comunale, che convoca lì riunioni di coordinamento e che addirittura è ancora in possesso delle chiavi del Comune non si profilerebbero ipotesi di reato? E, se anche non si profilasse nessun reato, mi pare davvero inopportuno che un comportamento come quello che mi è stato segnalato termini immediatamente e non venga tollerato dalle autorità presenti nel Comune di Cogorno”.