Fissata per il 9 luglio l’udienza del processo a carico del consigliere regionale della Lega Giovanni De Paoli accusato di diffamazione aggravata.

La vicenda

L’esponente del Carroccio, originario di Valletti, frazione del comune di Varese Ligure ma residente a Lavagna era accusato di avere pronunciato la frase, dallo stesso però sempre smentita, “se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno”, come era stato riferito da alcuni testimoni. De Paoli ha sempre sostenuto di aver detto “se avessi un figlio gay non lo brucerei nel forno”. Il pubblico ministero Patrizia Petruzziello ha emesso un decreto di citazione a giudizio e il tribunale ha fissato la data per luglio. La vicenda, che risale al febbraio 2016, aveva provocato una accesa polemica politica. A denunciare il consigliere regionale della Lega erano stati l’Agedo, Associazione genitori parenti e amici di persone gay, lesbiche, bisessuali e transgender, e il Comitato per gli immigrati e contro ogni forma di discriminazione.

“Sono contenta – ha affermato Aleksandra Matikj, presidente del Comitato – che per questo caso la procura di Genova abbia deciso di applicare la Legge Mancino che prevede l’aggravante per le dichiarazioni razziste anche per le frasi omofobe. Si tratta di un precedente molto importante”.

Intanto, cambiando argomento e settore, in questi giorni De Paoli ha chiesto che sia ridotto del 50% il pedaggio sulle autostrade ligure alla luce dei tanti cantieri aperti in questo periodo, che stanno creando forti disagi alla circolazione. L’esponente del Carroccio, originario di Valletti, frazione di Varese Ligure ma residente a Lavagna, ha lanciato un appello in questo senso al presidente della Regione Giovanni Toti ed ai parlamentari liguri della Lega. Secondo De Paoli attualmente risultano aperti sulle autostrade liguri circa 50 cantieri, sette dei quali fra i caselli Sestri Levante e La Spezia, tratta di competenza di Salt, Società autostrade ligure toscana. Il consigliere regionale chiede inoltre che le concessionarie siano invitate a gestire meglio la programmazione degli interventi e a finire più velocemente i lavori.