“Dopo che l’ordinanza di Protezione civile conseguente al riconoscimento dello stato di emergenza non ha previsto finanziamenti per il ripristino delle opere di difesa a mare gravemente danneggiate dagli eventi calamitosi di fine ottobre, auspico che risorse a tal fine vengano stanziate con la legge di Bilancio in discussione alle Camere, come peraltro stabilisce un emendamento già approvato in Commissione. Tale emendamento potrebbe destinare alla Liguria circa 50 milioni di euro, utilizzabili anche per interventi di difesa costiera quali il ristoro e la messa in sicurezza di dighe, moli e pennelli”.

“Le risorse conseguenti rappresenterebbero una cifra importante per mettere rapidamente in sicurezza le nostre coste”

E’ quanto ha dichiarato Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia, in sede di discussione di una propria interrogazione stamane nell’aula di via Fieschi. “Se l’emendamento venisse confermato anche dal voto delle aule parlamentari – ha aggiunto Muzio – le risorse conseguenti rappresenterebbero una cifra importante per mettere rapidamente in sicurezza le nostre coste e i centri abitati di tante località del Tigullio tra cui Rapallo, Sestri Levante, Lavagna, Santa Margherita Ligure, Portofino, Zoagli e Moneglia. Il fattore tempo è fondamentale, perché è chiaro che se nei prossimi mesi si verificasse una mareggiata di medie dimensioni, molte località costiere si troverebbero scoperte ed esposte a ulteriori e gravi danni. Ringrazio il presidente Toti e la sua giunta – ha concluso il consigliere regionale di Forza Italia – per l’impegno che stanno profondendo per cercare di veicolare quante più risorse possibili, sia a livello statale che regionale, al ripristino delle difese a mare, che costituiscono a tutti gli effetti opere di protezione civile”.