Il consigliere di Forza Italia chiede chiarezza sulle dichiarazioni dell’azienda e sollecita la Giunta regionale ad assumere iniziative a tutela e consolidamento della presenza di Fincantieri a Riva Trigoso.

Come preannunciato nella giornata di sabato, il consigliere regionale di Forza Italia Claudio Muzio ha depositato stamane una Interrogazione a risposta immediata in merito alla vicenda dello stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso. Nel documento, che verrà con buona probabilità discusso nella seduta di Consiglio di venerdì 2 agosto, Muzio chiede al presidente Toti e alla Giunta regionale “quali iniziative intendano adottare affinché si giunga ad un rapido chiarimento in ordine alle dichiarazioni di Fincantieri” relative al futuro del sito produttivo del Tigullio e “quali iniziative intendano assumere al fine di tutelare e contribuire a consolidare la presenza di Fincantieri a Riva Trigoso”.

“Chiedere chiarezza su affermazioni allarmanti per il nostro territorio – dichiara Muzio – è un atto doveroso da parte della politica. A Fincantieri, che dopo le mie dichiarazioni di sabato mi ha chiesto ieri a mezzo stampa di occuparmi della sicurezza idrogeologica del sito di Riva Trigoso – prosegue il consigliere regionale di Forza Italia – rispondo con i fatti: nel 2019 sono stati stanziati dalla Regione oltre 850.000 euro, di cui una parte già investita dal Comune di Sestri Levante in opere di sistemazione di Borgo Renà, e una parte di cui è in corso l’iter d’investimento, con l’obiettivo di eseguire i lavori alla fine della stagione estiva. La politica locale su questo tema è unita e ha fatto, fa e farà la parte che le compete. L’auspicio – conclude – è che tutti facciano altrettanto”.