Ex area Italgas di via Trieste a Chiavari, le speranze del Comitato: ecco la lettera.

Tutte le domande senza risposta poste dal Comitato

A riportare il pensiero del Comitato ,il presidente Maria Rita Alì.

Abbiamo appreso dagli organi di stampa che lunedì 26 p.v. alle ore 19.30 si terrà un consiglio comunale in merito al progetto ex area Italgas di via Trieste.
La speranza del Comitato è che in tale sede possano essere date le risposte ai quesiti, più volte sollecitati, dei quali non abbiamo mai avuto riscontro.
Riepilogo:
Il contratto tra il Comune e la società Italgas risalente al 2005 è ancora valido?
Esiste ed è stata sottoscritta la bozza di convenzione tra pubblico e privato che individua le opere di urbanizzazione che il privato dovrà sostenere per soddisfare gli standard urbanistici di legge?
Si è avuta risposta da parte del Ministero di Grazia e Giustizia, avanzata dal Comune e avvallata dall’Onorevole Traversi, sulla fattibilità del nuovo edificio (8 piani di circa 26 metri di altezza) in relazione alla presenza sia dell’ex Tribunale che del Carcere?
È stata esaminata l’ipotesi sollevata dal Consigliere di Maggioranza arch. Giovanni Giardini, che sostiene l’inapplicabilità del Piano Casa?
Sperando che la seduta sia proficua, alla luce della volontà espressa sia dalla Maggioranza che dalla Minoranza di bloccare questo ‘scempio urbanistico’. Invitiamo i cittadini a partecipare numerosi per il bene non solo di via Trieste, ma dell’intera città“.