“Dopo varie segnalazioni dei cittadini, perplessi in merito al fatto che il Sindaco sospeso Gino
Garibaldi sia quotidianamente presente nella casa comunale, risponda al telefono degli uffici
comunali e coordini assemblee pubbliche, il Gruppo Consiliare ‘Cogorno Democratica –
Partecip@TTIVA’ ha ritenuto opportuno rivolgersi al Prefetto di Genova chiedendo quali attività
siano compatibili con la sospensione in atto.
I consiglieri comunali del gruppo ritengono, infatti, che solo il parere autorevole del Prefetto possa
chiarire definitivamente questa situazione ed evitare di dare libere interpretazioni alla sospensione
conseguente la condanna in primo grado e notificata dalla Prefettura stessa il 31 maggio u.s.”.

Il gruppo si riferisce alle segnalazioni che vedrebbero l’ex sindaco entrare ed uscire dal comune: QUI l’articolo.