“Per la Liguria, un’ottima opportunità che mi auguro venga sfruttata al meglio: grazie al decreto Crescita, alla nostra Regione arriveranno 13 milioni e 560mila euro che, ripartiti fra tutti i Comuni, permetterà loro di avviare preziose opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e di sviluppo sostenibile sul territorio. Un piano straordinario del Governo del Cambiamento per tutti i Comuni italiani, e nello specifico del Tigullio e dell’entroterra di Levante, da Rapallo a Ne passando per Uscio, Recco, Lavagna, Cogorno, Mezzanego, Camogli, Santa Margherita, Pieve Ligure, Bogliasco, Portofino… Nessuno escluso. Finalmente, grazie alla norma voluta dal Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta Riccardo Fraccaro, una boccata d’ossigeno dopo anni di tagli e austerity”, dichiara il consigliere regionale Fabio Tosi.

I fondi, subito disponibili e distribuiti alle amministrazioni comunali sulla base della popolazione (da un minimo di 50mila euro per i Comuni fino a 5mila abitanti a un massimo di 250mila euro per quelli oltre i 250mila abitanti), permetteranno di aprire non pochi cantieri diffusi per promuovere il risparmio energetico e il ricorso alle energie rinnovabili negli edifici pubblici. I comuni, inoltre, potranno investire le risorse per finanziare progetti di mobilità sostenibile e per abbattere le barriere architettoniche, così come attuare investimenti per la messa in sicurezza di strade, scuole e del patrimonio pubblico.

Leggi anche:  Tosi: «All'ospedale di Sestri spazi inadeguati per la terapia del dolore»

“Grazie alla norma Fraccaro, tutti i Comuni potranno beneficiare di questi fondi, ripartiti in base alla popolazione residente. Mi auguro che l’opportunità sia sfruttata al meglio e scatti quanto prima il semaforo verde per interventi importanti e significativi soprattutto per quanto riguarda l’efficientamento energetico. Oltre ad attivarsi, ad esempio, per l’installazione di pannelli solari sugli edifici pubblici, ciascuna Amministrazione individui le soluzioni migliori per il proprio territorio, rispondendo anche alle esigenze dei concittadini in materia di edilizia pubblica e viabilità: se ben investiti, scuole, strade e patrimonio pubblico ne trarranno beneficio”, conclude Tosi.