Secondo gli onorevoli del Movimento Cinque Stelle Roberto Traversi e Alberto Zolezzi, il consigliere regionale Fabio Tosi e il portavoce Fabio Sturla del M5S Sestri Levante, il tratto di costa, sotto sequestro dai Carabinieri Forestali, di fronte al tunnel di Sant’Anna ha valori anomali; per il gruppo urgono verifiche immediate sui dati e sulla provenienza del materiale.

I Cinque Stelle commentano i valori anomali riscontrati nel tratto di costa davanti a Sant’Anna

“A quanto ci risulta, sembra siano stati riscontrati valori anomali di rame, cromo, nickel e cadmio nel tratto di costa di fronte al tunnel di Sant’Anna, a Sestri Levante – dicono -. Materiale utilizzato per il ripascimento del litorale, che attualmente è stato posto sotto sequestro da parte dei Carabinieri Forestali. In attesa di conferme ufficiali del livello dei superi riscontrati da Arpal, già adesso si può parlare di un allarme fondato, da prendere molto sul serio”.

I Cinque Stelle chiedono una verifica immediata dei dati e la provenienza del materiale

Tosi, Traversi, Zolezzi e Sturla si riferiscono ad una zona molto vicina alle spiaggie frequentate dai bagnanti, con potenziali rischi per la salute dei cittadini e per l’ambiente.

Leggi anche:  Sestri, facchino dell'hotel beccato a rubare soldi

“Se, come sembra, i dati fossero confermati, serve una bonifica immediata dell’area. Al tempo stesso, chiediamo – e lo faremo anche con un’interrogazione in Comune di Sestri Levante – da dove proviene esattamente il materiale utilizzato per il ripascimento di quel tratto costiero e, nel caso, intervenire in maniera puntuale per scongiurare altri potenziali focolai di inquinamento. Ci stiamo muovendo in Regione per ottenere i dati ufficiali di Arpal, mentre alla Camera è stata di recente depositata un’interrogazione sulla presenza di cromo esavalente in alcuni pozzi di Sestri Levante. Un tema che torna prepotentemente d’attualità alla luce delle ultime notizie e su cui pretendiamo sia fatta chiarezza in tutte le sedi istituzionali”.