Parco Nazionale di Portofino, Andrea Carannante lancia l’appello per la petizione: Rapallo deve esserci.

“Un ‘no’ secco per l’ingresso del Comune di Rapallo nel futuro Parco Nazionale di Portofino non giova alla comunità locale”

Spiace constatare che, ancora una volta si tenta di calare le scelte dall’alto senza interpellare la cittadinanza, questo non rientra affatto nelle regole della democrazia partecipata – ricorda Carannante -. Un ‘no”’secco per l’ingresso del Comune di Rapallo nel futuro Parco Nazionale di Portofino non giova alla comunità locale, sedersi ad un tavolo di concertazione per valutare le richieste del ministero dell’Ambiente, che attraverso uno studio commissionato all’ISPRA, ha individuato, nei comuni di Chiavari e Rapallo, zona di elevato pregio paesaggistico e di elevata biodiversità.

Nell’ultimo anno, secondo il presidente di Ugal, (Unione dei gruppi albergatori del Levante di Federalberghi), c’è stato un crollo del turismo di circa del 35%.

Il Parco Nazionale di Portofino potrebbe essere brand a livello internazionale per un marketing territoriale, inoltre l’area protetta potrebbe agire come motore di sviluppo del settore turistico locale, destagionalizzando l’offerta turistica si potrebbero creare nuovi posti di lavori.
Far parte di un Parco Nazionale sarebbe una decisione che porterebbe il nome del nostro territorio in tutta Italia e in tutto il mondo a costo zero, quindi dire di no a priori, senza ascoltare la cittadinanza non è la scelta giusta”.

Qui sotto il link per aderire:

Leggi anche:  Pedone investito finisce all'ospedale

https://www.change.org/p/ai-sindaci-e-o-al-presidenti-dei-consigli-comunali-dei-comuni-di-chiavari-e-rapallo-non-farsi-sfuggire-l-opportunit%C3%A0-di-far-parte-di-un-parco-nazionale?fbclid=IwAR1aXXEuv-aHzWkPfnOS-ca59oljo4RB4LWdJX2ruDbqTDvbKBSNn4lLjCE