Quattro liste per le amministrative. Nonostante la confusione, con fughe e voltagabbana, comincia a prendere forma l’ipotesi che i pentastellati non correranno per la poltrona a sindaco.

Camogli verso le elezioni

Un peccato, penserà qualcuno, dato il soddisfacente risultato nazionale. In casa Pd, di fatto, il sindaco uscente Francesco Olivari non ha alcuna intenzione di mollare quello che ha iniziato; dall’altra parte, l’ex sindaco storico Giuseppe ‘Pippo’ Maggioni, non smentisce la situazione che lo vede suo avversario. A sorpresa, poi, il centrodestra piazza un leghista, anche se non camoglino, con la lista ‘Pompei sindaco’.

La Lega sostiene la candidatura di Claudio Pompei e la sua lista civica viene presentata dal commissario provinciale e consigliere regionale Franco Senarega, nella speranza di ottenere la convergenza di tutte le forze politiche che si riferiscono al centrodestra. Ma il consigliere d’opposizione Giovanni Cichero aveva già presentato, in qualità di segretario, la lista della stessa corrente, “Camogli in”:  «La Lega in modo arbitrario ha deciso di correre da sola  – chiosa Cichero – , ‘Camogli in’, proseguirà il proprio percorso come lista civica, ritenendo che il segretario della Lega, Senarega si assumerà anche la responsabilità di un probabile proprio insuccesso». I grillini, che un anno fa si erano detti già pronti con la lista, sembrano, invece, divisi e prossimi al clamoroso passo indietro.