Camogli al voto. Domenica 10 giugno, dalle 7 alle 23 si vota l’elezione diretta del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale.

Cinque le liste in corsa

«Carlo Carpi – Insieme per Camogli», è la lista del candidato sindaco Samuele Camarda. In programma: creare nuove opportunità lavorative e avere una nuova visione della cultura e dello sport come strumento di promozione sociale, presupposti affinché si torni a risiedere a Camogli. Non mancano parcheggi e mini-crociere.

Giuseppe ‘Pippo’ Maggioni, lista «La Città di tutti», presidente del consiglio uscente, mira al miglioramento della qualità della vita in favore di tutti coloro che scelgono di risiedere in città o anche soltanto la individuano come luogo dove trascorrere qualche momento di relax.

Sostanza, impegno, serietà, è, invece, la ricetta della lista «Camogli in», che candida Giovanni Cichero, consigliere uscente, record di presenze tra commissioni e Consiglio. Nel programma: far rivivere Camogli. Si prevedono incentivi per nuove famiglie formate da coniugi, inizialmente entro i 35 anni, che risiedano entrambe in città, e ulteriori importanti sgravi per ogni figlio.

Leggi anche:  San Fruttuoso, donna colta da un malore

La lista civica «Camogli nel cuore», rappresenta il candidato supportato dal centro destra e dalla Lega Claudio Pompei. Nasce dall’idea di sviluppare maggiormente le potenzialità del paese, creare le condizioni per fare impresa e per tornare a risiedere al borgo. Per promuovere queste tre macro idee occorre riattivare un ciclo economico virtuoso.

«Scelgo Camogli – Francesco Olivari sindaco» è la lista del sindaco uscente: sei donne e sei uomini. Il programma si basa su tre assi: benessere dei cittadini, tutela del territorio e valorizzazione del patrimonio culturale, storico e paesaggistico, grazie a una gestione ottimale delle risorse a disposizione, puntando allo sviluppo.