Stamani a Chiavari l’incontro degli studenti con Aboubakar Soumahoro, sindacalista italo-ivoriano impegnato per braccianti e lavoratori del settore agricolo.

“Umanità in rivolta”: l’incontro di Soumahoro con gli studenti

Con l’organizzazione della Pastorale Giovanile, Soumahoro ha presentato il suo libro “Umanità in rivolta. La nostra lotta per il lavoro e il diritto alla felicità”. Una presentazione che, commenta il dirigente scolastico del Caboto Glauco Berrettoni, «ha avuto il pregio di far riflettere gli studenti sulla condizione dei braccianti, migranti ed italiani, impiegati nella filiera produttiva agroalimentare e sottoposti a trattamenti infimi, sia da un punto lavorativo che umano». L’Istituto Caboto di Chiavari ha inoltre, attraverso l’interessamento della professoressa Oriella Coriandolo, acquistato a proprio carico i volumi che sono stati distribuiti gratuitamente agli studenti, affinché gli alunni li potessero leggere e discuterne con i propri insegnanti.

«Con tali premesse – continua Berrettoni – l’incontro con Soumahoro non è stato un semplice ascoltare una conferenza, ma ha avuto la caratteristica di coinvolgere attivamente gli studenti, che potranno rivolgere all’autore domande, porre quesiti e, perché no, formulare anche un dissenso motivato, nella logica di un confronto positivo e costruttivo». Il dirigente ha inoltre, al termine dell’incontro, consegnato all’autore una targa ricordo, a testimonianza dell’impegno dell’autore a tutela delle fasce deboli di lavoratori.