Il Comune di Chiavari ha deciso di sostenere l’impegno e la testimonianza attiva della senatrice a vita Liliana Segre, contribuendo a diffondere il valore della memoria contro ogni forma di discriminazione, odio raziale, violenza e intolleranza.

Con delibera approvata durante l’ultima seduta di giunta, Palazzo Bianco ha stanziato 5 mila euro per finanziare le spese di viaggio degli studenti degli istituti secondari di secondo grado chiavaresi che organizzeranno, per le classi prime, viaggi della memoria ad Auschwitz o in altri luoghi simbolo dell’Olocausto.

«Sosteniamo con convinzione questa iniziativa, condivisa da tutta la mia maggioranza – commenta il primo cittadino Marco Di Capua – Il viaggio è inteso come momento di formazione scolastica e personale, ma anche come simbolo di costruzione dello spirito critico nei ragazzi. Il contributo educativo, culturale e storico della senatrice Segre è d’esempio per tutti noi amministratori: senza memoria non c’è futuro. Nostro dovere è perseguire questo valore e permetterne l’approfondimento con tutti i mezzi a nostra disposizione. Contrastare l’odio, il razzismo e la violenza è una delle nostre principali responsabilità».