Il Ministero dell’istruzione organizza in 31 scuole italiane gli Hackathon, delle vere e proprie maratone progettuali per studenti in competizione, sulle sfide dell’innovazione didattica e digitale e su tematiche specifiche del mondo della scuola, in linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. In questo contesto, domani e sabato (6 e 7 aprile 2018) l’Istituto Liceti ospiterà il Wayouth Hack Rapallo.

Wayouth Hack Rapallo

La competizione vedrà partecipare nove gruppi di studenti delle classi terze e quarte, guidati dagli studenti Luca De Ponti e Gaia Norbiato, entrambi della classe 3^ A del liceo scientifico, indirizzo di scienze applicate. I due, lo scorso mese di settembre, hanno vinto l’Hackathon di Milano – WaterHack. Il primo è stato anche protagonista di un’esperienza a Brasilia come giovane ambasciatore durante il World Water Forum; la seconda, invece, avrà una futura esperienza in un atollo delle Maldive, nel centro di ricerca Marhe Center dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

La competizione domani inizierà alle 9 per terminare alle 20 e riprenderà poi sabato dalle 8 alle 12. Nell’ambito del tema principale “Miglioriamo la nostra scuola”, saranno proposte sfide concrete che gli studenti coinvolti dovranno cercare di risolvere. Al termine della maratona progettuale, alle 12.30 in auditorium, i gruppi in sfida presenteranno la propria proposta ad una commissione di valutazione, che individuerà il gruppo vincitore. Seguirà la presentazione del premio e l’annuncio dei progetti vincenti tra quelli presentati dagli studenti in Hackathon.

Leggi anche:  Borse di studio della Società Economica, oggi la consegna

Faranno parte della commissione il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, il dirigente scolastico Mariabianca Barberis, un docente dell’istituto, un rappresentante del personale ATA e un ex studente della scuola.