Sestri Levante protagonista delle Giornate FAI di Primavera nel Tigullio. Sabato 23 e Domenica 24 marzo torna l’appuntamento con la bellezza italiana.

Il programma di Sabato 23 e Domenica 24 marzo

Sabato 23 invece Sestri Levante aprirà con il primo appuntamento in programma in Baia del Silenzio dove, nella sala Oleandro dell’Ex Convento dell’Annunziata, alle ore 15:30 si terrà la presentazione della terza riedizione del prestigioso volume: “A casa in Liguria” del Barone Alfons von Mumm, Berlino 1915. L’iniziativa curata dalla delegazione FAI Portofino Tigullio, fa parte di un più ampio progetto per il recupero della memoria storica e la valorizzazione del turismo culturale a cura della Parrocchia San Martino e San Giorgio di Portofino. L’appassionata descrizione del Tigullio da parte del Barone von Mumm si configura oggi come un ritratto inedito di un’ampia porzione di territorio che attraverso le suggestive immagini fotografiche offre al lettore un’immagine di oltre cento anni fa, perfettamente leggibile frutto di un grande amore e di una fortissima volontà di proporre e far conoscere una ”terra” che a ragione von Mumm definiva un vero paradiso.

Il weekend alla scoperta del patrimonio di Sestri Levante continuerà Domenica 24, dalle ore 10:00 alle ore 18:00, in cui sarà possibile visitare la Chiesa di San Nicolò dell’Isola, sede di una delle prime comunità parrocchiali di Sestri Levante edificata intorno al 1151 probabilmente su un preesistente edificio di culto cristiano, eretto dai monaci colombaniani di Bobbio, la sua parrocchia fu soppressa nei primi anni del XVII secolo in concomitanza alla costruzione della nuova basilica di Santa Maria di Nazareth.

Leggi anche:  All’ex Convento dell’Annunziata il "Levante Drone Festival"

Sempre domenica, solo per gli iscritti FAI, o per chi si iscriverà quel giorno anche presso il nuovo Punto FAI di Palazzo Fascie, si terrà un’apertura straordinaria ed unica nel suo genere, la famosa Torre Marconi, sede degli esperimenti con le onde radio di Guglielmo Marconi, sarà per la prima volta dopo molto tempo riaperta al pubblico.

“Consapevolezza e fruibilità sono due aspetti fondamentali per la preservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale, artistico e culturale del nostro territorio – commenta il sindaco Valentina Ghio – Per questa ragione la collaborazione con il FAI e la partecipazione alle iniziative che organizza sono per noi importanti occasioni di sviluppo, che si inseriscono nel lavoro che abbiamo impostato e che stiamo portando avanti per la creazione di percorsi di valorizzazione del nostro territorio che, sfruttando l’innegabile volano delle nostre bellezze più celebri, possano creare nuove occasioni di turismo.”