Il MuSel, Museo Archeologico e della Città di Sestri Levante, offre da sempre percorsi di visita che possono portare alla scoperta non soltanto della storia di Sestri Levante ma di tutta la Storia, dalla Preistoria all’età contemporanea, attraverso scelte espositive con alto valore didattico che possano integrarsi anche con l’offerta del territorio, che è particolarmente affascinante e ricco di spunti sia storici sia naturalistici e paesaggistici.

Attività didattiche

Vivere il Museo fa sì che un visitatore, grande o piccolo che sia, si possa “calare” quasi senza accorgersene nelle radici della nostra cultura e della vita di tutti noi, sentendosene parte attiva.

Nel corso dell’ultimo anno si è infatti cercato di incrementare ulteriormente le attività rivolte ai gruppi scolastici e ai bambini e alle loro famiglie, in particolare con l’organizzazione di iniziative ludico-didattiche ogni prima domenica del mese, quando l’ingresso al Museo è gratuito per i visitatori.

E’ con questo spirito che, a seguito delle esperienze positive, valutati i curricula e la formazione di alcuni esperti, archeologi, storici dell’arte esperti in didattica museale, e guide turistiche abilitate, è stato creato un albo di professionisti, che sono stati e che saranno i collaboratori del MuSel.

Ed è sempre con questo spirito, nella volontà di dare continuità ad un lavoro e ad una collaborazione già avviati in maniera proficua a partire dal 2017, che Mediaterraneo Servizi s.r.l., società partecipata del Comune di Sestri Levante, gestore del MuSel, ha ritenuto opportuno pubblicare un bando destinato alla ricerca di collaboratori esterni, soggetti competenti e con proposte innovative che possano integrare e arricchire l’offerta didattica e culturale per il prossimo biennio.

I soggetti interessati potranno presentare le proprie proposte entro le ore 12 di sabato 30 novembre 2019, secondo le modalità indicate nell’avviso pubblicato sui siti istituzionali di Mediaterraneo servizi (www.mediaterraneo.it) seguendo le modalità indicate nel bando.

Attualmente l’offerta didattica del MuSel si rivolge a gruppi di ogni tipo: visite guidate a tutto il museo, o tematiche (tra cui “Dai leudi ai transatlantici” e “La Sestri Levante dei palazzi nobiliari e delle antiche chiese”), abbinate eventualmente a escursioni sul territorio, rivolte a gruppi di adulti o gruppi scolastici di ogni ordine e grado, ma anche laboratori e attività didattiche, che porteranno i piccoli visitatori a trasformarsi loro stessi in veri e propri ricercatori, come nel corso dello scavo archeologico simulato (“Vita da archeologo”) o su cosa succede ai reperti dopo il loro ritrovamento (“E dopo lo scavo, che succede?”) oppure ancora nel caso dell’analisi di uno dei reperti più importanti del nostro territorio per approfondire l’Età Romana (“Caesaris nostri, la Liguria dell’Imperatore”), fino ad arrivare a piccole cacce al tesoro o giochi a quiz come per l’ “Archeoquiz”, “Ma come ti vesti?”, “Ciak si gira… Preistoria”, “Le 12 fatiche di… noi visitatori”. Non mancano però temi di approfondimento più particolari e dedicati alla storia più recente di Sestri Levante, come progetti di approfondimento sulla Sestri del lavoro, la città operaia, la visita fiabesca “A spasso con Andersen”, la visita giocata “Nonno Issel raccontaci LA Storia”, oppure su Guglielmo Marconi, con la nuovissima proposta “Guglielmo nel Tigullio”, anche questa rivolta principalmente ai bambini e ai ragazzi. Mentre sono una conferma, ma nello stesso tempo dimostrano quanto siano stati apprezzati, i laboratori di storia e arte, curati da Maria Rocca, “Animali preistorici” e “Cartolina di Sestri Levante: en plein air”, dove a ispirare i partecipanti saranno, tra gli altri, personaggi come Hans Christian Andersen, John Ruskin, Wassili Kandinskij, presenti nella nostra riviera proprio tra Ottocento e Novecento. Una novità assoluta ma che si adegua alle richieste della nuova programmazione scolastica è invece “Da Sestri al mondo, dal mondo a Sestri”, l’attività in italiano e inglese, che segue il metodo CLIL e che si rivolge principalmente ai bambini della scuola primaria e secondaria di primo grado, e che termina con un veloce ma bellissimo laboratorio creativo, che permetterà ai partecipanti di tornare a casa con un ricordo della loro visita.