La Tonnarella approda al Sociale. Sabato 21 aprile al Teatro, alle 11, si festeggia con Oscar Farinetti la rimessa in mare della tonnarella. Comune, Amp, Festival della Comunicazione, Cenobio e Pro Loco, presentano le loro iniziative a sostegno dello storico impianto.

La Tonnarella a teatro

L’impianto della Tonnarella è tornato in funzione dopo il danneggiamento, causato da un’imbarcazione pirata, lo scorso anno. Da allora gli appelli e le raccolte di fondi in favore della Cooperativa Pescatori Camogli, che dei proventi della tonnarella vive, hanno coinvolto diverse realtà.

Cinque ideali “tonnarotti” presentano le iniziative promosse per sostenere la Cooperativa. Farinetti, patron di Eataly, è l’ospite d’onore, introdotto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, organizzatori del ‘Festival della Comunicazione’. Per primo ha lanciato la campagna di solidarietà e una raccolta fondi, il crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso. Illustra la campagna di «Eataly»: “Salviamo la tonnarella di Camogli”. Grazie all’impegno degli Chef Eataly di Torino, Milano, Roma e Genova, si è divulgato il sistema virtuoso di pesca sostenibile, tutelata dal Presidio Slow Food. A fare gli onori di casa: il sindaco Francesco Olivari.

Leggi anche:  Teatro Sociale, si apre la stagione anche per scuole e famiglie

La Pro Loco la sostiene con la 67ma Sagra del Pesce: i proventi della vaschetta di pesce fritto col piattino ricordo in ceramica, domenica 13 maggio, supportano la Cooperativa. Sul palco anche: Giuseppe Giusto, ospite a febbraio all’evento: San Valentino – Innamorati a Camogli, che dedica all’impianto i proventi della vendita del libro «Teneramente atteso», concorso proposto dal Cenobio, con Andrea De Carlo, camoglino ad honorem, che ne ha firmato l’introduzione; Giorgio Fanciulli, direttore Amp e Valentina Cappanera (cooperativa Ziguele). Illustrano le peculiarità dell’impianto davanti a Punta Chiappa, tra le cinque tonnare rimaste attive in Italia, unica nella nostra regione. Ingresso libero.