Una mostra dedicata a Italo Primi: inaugurata oggi resterà allestita sino al 5 novembre nelle sale dell’Antico Castello sul Mare a Rapallo.

La mostra delle opere di Italo Primi al Castello sul Mare

Stimato scultore, appassionato pittore, abile decoratore, soprattutto uomo integerrimo legato alla sua famiglia e alla sua terra, che non ha mai smesso di coltivare la sua passione per l’arte, rielaborando sapientemente figure, forme e materiali e dando vita ad opere di grande pregio: è Italo Primi, artista poliedrico e di spicco che ebbe i suoi natali a Rapallo nel lontano 1903. A lui e alla cerchia di esponenti di rilievo nell’ambito della pittura, della scultura, delle arti figurative che animarono la scena culturale rapallese negli anni Sessanta è dedicata la mostra “Italo Primi e gli amici del suo tempo”, organizzata dalla Pro Loco Terraemare di Rapallo e inaugurata oggi pomeriggio nelle sale dell’Antico Castello sul Mare, in presenza di un nutrito numero di persone.

La mostra rimarrà allestita fino a domenica 5 novembre e sarà aperta al pubblico il venerdì, il sabato e la domenica (e i festivi, nello specifico la Festività di Ognissanti) dalle ore 15.30 alle 18.30 con ingresso libero e gratuito.

Circa cinquanta, le opere di Primi che i visitatori possono ammirare in un percorso che tocca le principali tappe della carriera artistica dello sculture, pittore e decoratore rapallese. Artista vivace e aperto a nuove sperimentazioni da un lato, uomo riservato e incline alla solitudine dall’altro, Primi ha saputo conciliare le sfaccettature del suo carattere confluendole in opere che, oggi, sono parte della storia e della vita di Rapallo. Su tutte, il Polpo in bronzo, a breve oggetto di interventi di restauro, che troneggia al centro di piazza Pastene, antistante l’Antico Castello sul Mare: manufatto a cui i rapallesi (ma anche i turisti) sono particolarmente affezionati e che rappresenta a tutti gli effetti uno dei simboli della Città.

Entusiasmo, creatività e desiderio di sperimentazione caratterizzarono la carriera artistica di Italo Primi per tutta la sua vita: punto di svolta, gli anni Sessanta: periodo in cui Rapallo, già mèta di artisti e grandi nomi del firmamento culturale internazionale nei primi anni del Novecento, visse un rinnovato momento di fervore artistico alimentato dalla presenza di numerosi esponenti di rilievo nell’ambito della pittura, della scultura, delle arti figurative: tra questi, Giovanni Ardito, Pietro Ardito, Franco Bagnasco, Oreste Bogliardi, Sandro Cherchi, Luigi Giuffra, Enrico Paulucci e Agostino Aldo Querci, le cui opere fanno a loro volta parte del percorso espositivo.

Leggi anche:  Cristoforo Colombo rivive a Santa Margherita Ligure

L’inaugurazione questo pomeriggio

«Siamo particolarmente lieti di avere concesso il Patrocinio ad una mostra che rende lustro a un artista straordinario qual è Italo Primi – sottolinea il sindaco Carlo Bagnasco – Dopo l’intitolazione di una sala espositiva proprio all’interno dell’Antico Castello e l’intitolazione di un piazzale, ci è parso doveroso dedicare un’esposizione a chi, grazie al proprio estro, ha contribuito a dare lustro e valorizzare l’immagine della nostra Città nel panorama artistico e culturale nazionale e internazionale. Un’iniziativa che mi coinvolge personalmente, perché tra gli amici di Primi le cui opere faranno parte della mostra figura anche mio nonno Franco, scomparso nel giugno dello scorso anno. Non posso quindi che ringraziare gli organizzatori, la coordinatrice delle attività dell’Antico Castello nonché curatrice della mostra, Maria Cristina Ardito, nonché i familiari di Italo Primi e tutti coloro che hanno collaborato all’allestimento di un’esposizione così importante e legata a doppio filo alla vita e alla storia della nostra Città».

Particolarmente toccante, durante l’inaugurazione, il momento in cui Rosa Primi, figlia di Italo, ha anticipato la volontà di donare alcune delle splendide opere realizzate dal papà al Comune di Rapallo.

«Esprimo profonda gratitudine per questa disponibilità, che rappresenta il miglior suggello a questo percorso realizzato per ricordare e valorizzare l’opera e la figura di questo nostro illustre concittadino – commenta il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico – La donazione di importanti opere, che troveranno degna collocazione e promozione, rappresenta un’ottima opportunità per perpetuarne il ricordo e tramandarlo alle future generazioni».

Oltre al primo cittadino e al presidente del consiglio comunale, all’inaugurazione della mostra dedicata a Italo Primi e gli amici del suo tempo erano presenti, in rappresentanza del Comune di Rapallo, il vicesindaco Pier Giorgio Brigati e i consiglieri Anna Baudino, Filippo Lasinio, Giuseppe Candido e Elisabetta Ricci.