Inaugura oggi, alle ore 16, nell’Oratorio di San Martino a Recco, la mostra “Memorie salvate”, dedicata ai ricordi fotografici dei tragici bombardamenti aerei che colpirono la città il 10 novembre del 1943.

Inaugurazione per la mostra “Memorie salvate” a Recco

Curata dalla confraternita di Nostra Signora del Suffragio, l’esposizione resterà allestita fino al 17 novembre, dalle ore 15 alle 18 nelle giornate prefestive, dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 15 alle 18 la domenica e nei festivi. La mostra è un’importante rassegna anche di documenti, arredi e paramenti dell’Arciconfraternita e del Santuario, oggetti salvati dalla distruzione. «L’oratorio di San Martino – dice il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore alle tradizioni popolari Francesca Aprile – fu uno dei luoghi di culto della città a sopravvivere alla furia devastatrice delle bombe. Nei primi tempi subito dopo la guerra, nella città distrutta, era qua che i recchesi si incontravano per pregare e rinnovare la loro fiducia nel futuro». Sull’importanza di preservare e comunicare il passato per condurlo al futuro si sofferma l’assessore alla cultura Enrico Zanini.