Lo scorso 20 dicembre 2017 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York ha unanimemente adottato la risoluzione che proclama il 20 maggio la Giornata Mondiale delle Api, una proposta venuta dal Governo della Slovenia, nazione da tempo in prima linea per la protezione delle api. 
Questo proclama è scaturito per una semplice ragione: in Europa la mortalità delle colonie di api si sta attestando intorno al 20%, negli Stati Uniti sopra il 40%. Pesticidi chimici utilizzati in agricoltura, parassiti e predatori, insieme a fattori ambientali e climatici, decimano gli sciami, e la situazione peggiora di anno in anno. Ma perché è tanto importante salvare le api? Le api sono fondamentali per il Pianeta, e per noi: senza la loro impollinazione moltissime specie selvatiche e coltivate non esisterebbero più e la nostra dieta sarebbe molto meno ricca; allo stesso tempo, la loro assenza comporterebbe la sparizione della biodiversità naturale e selvatica, e l’intero assetto idrogeologico ne risulterebbe sconvolto: secondo la Fao, il 71% delle colture più importanti a livello globale per consumo umano vengono impollinate dalle api e dagli altri insetti impollinatori, come mosche, farfalle e bombi. Ecco perché questi animaletti sono tanto preziosi. Semplificando, sul lungo periodo senza api non ci sarebbero né cibo né vita.

Leggi anche:  Parchi, arrivano i fondi regionali per i sentieri danneggiati dal gelo

Anche il Parco dell’Aveto, da sempre impegnato per la salvaguardia della biodiversità, ha voluto organizzare un evento per sensibilizzare i presenti al problema mondiale

Grazie alla collaborazione dell’Azienda Agricola di Nicola Spinetto, che gestisce un apiario didattico a Corerallo, in Comune di Mezzanego, si andrà alla scoperta del mondo delle api e del miele: una delle filiere corte del Gusto del Parco legata ad habitat rurali e naturali. Un evento adatto a tutti, ma che entusiasmerà in particolar modo i bambini!
È questo il primo evento organizzato nell’ambito del programma che il Parco dell’Aveto promuove in quanto capofila del Concorso 2018 “Miele dei Parchi della Liguria”.

Punto di ritrovo: ore 15.00 Corerallo (Comune di Mezzanego)
Rientro: ore 18.00
Difficoltà: facile
Costo: 4 euro