Un calendario ricco, risultato del lavoro di una pluralità di realtà diverse: è quello che anima Cogorno nei mesi di dicembre e gennaio.
Tra le tante iniziative da ricordare, tutte riportate nel volantino in allegato, eccone alcune in programma per i prossimi giorni.
Il 18 e il 20 dicembre “Auguri di Buon Natale”: alcune classi della Scuola Primaria “N.Rocca” andranno a porgere gli auguri agli ospiti del Centro “Fiordaliso”. Dal 19 dicembre 7 gennaio “Con il mio Presepio in casa, ho dato rifugio a Gesù” 12edizione. Mostra fotografica delle 11 edizioni. Cappella del Borgo di San Bartolomeo. Inaugurazione il 19 alle 10 con canti e momento di convivialità. Orari: Prefestivi e Festivi 15–18. Presepe realizzato dall’Accademia della Ciappa e dei Testaieu di Cogorno con la partecipazione delle Scuole Infanzia B.Chiappe e Primaria di Cogorno Cap. Info: 338-8053478. Sempre in tema Presepe va ricordato che dal 18 dicembre all’8 gennaio sarà accessibile il Presepe della C.R.I.” con animali – Inaugurazione il 18 alle 10. Organizzato da Comitato di Cogorno nella sede in Via alla Croce Rossa, 10.
Sabato 21 dicembre alle 14.30 1° Ed. Villaggio Christmas Cup, Villaggio del Ragazzo. Triangolare Categoria primi calci 2011. Organizzato dal Villaggio Calcio. Domenica 22 dicembre alle 15 Caro Babbo natale ti scrivo Sede della Croce Rossa. I bambini potranno consegnare le letterine a Babbo Natale ed elfi, visitare il presepe con gli animali vivi e ricever dolcetti. Organizzato Comitato di Cogorno. Alle ore 15 scambio di auguri Area belvedere di Cogorno. Scambio di auguri per grandi e piccini con dolci e lancio in cielo delle lanterne volanti. Organizzato dall’Accademia della Ciappa e dei Testaieu di Cogorno. Lunedì 23 dicembre alle 20.30 Concerto di Natale Oratorio San Giovanni Battista, Cogorno collina. Brani originali per banda e classici motivi natalizi, a cura della Banda giovanile del corpo bandistico Città di Lavagna, Direttore Gabriele Montagni. Organizzato dall’amministrazione comunale con l’Oratorio e brindisi.
Ecco invece il calendario delle messe di martedì 24 dicembre: ore 17.00 Chiesa di S. Giustina di Panesi, ore 18.00 Villaggio del Ragazzo, ore 21.00 Croce Rossa, Sede di San Salvatore, ore 22.30 Basilica dei Fieschi, San Salvatore, ore 24.00 Chiesa di S. Maria di Monticelli, ore 24.00 Chiesa S. Lorenzo di Cogorno. Alle 23,30 Fiaccolata degli Alpini con artenza dalla Cappella di San Bartolomeo di Cogorno con canti verso la Chiesa di San Lorenzo; sosta all’Oratorio di San Giovanni Battista con veglia di Natale con i bambini.

Il giorno di Natale mercoledì 25 dicembre: Santa Messa di Natale ore 08.30 Oratorio di San Martino, ore 09.00 Chiesa di S. Antonino di Breccanecca, ore 10.00 Chiesa di S. Colombano della Costa, ore 11.15 Basilica dei Fieschi.

Leggi anche:  Le Letture del Bibliotecario con Jorge Luis Borges

Il Centro culturale – Museo dei Fieschi è aperto ogni fine settimana,
e 24-25-26,28-29, ( il 31 dicembre e 1 gennaio con orario ridotto)
con orari Pre-festivi e festivi 9.30/12.30–15.30/18.30.

Nel corso dei mesi di dicembre e gennaio al piano terra continuerà ad essere allestita la Mostra “Emanuele Luzzati: disegni, oggetti e multipli teatrali” (fino ad aprile 2020) che si arricchisce della sezione “Natale al Museo con Lele Luzzati.

Al primo piano “Sulle tracce dei Fieschi insieme a San Francesco d’Assisi e Papa Innocenzo IV” 1° edizione in occasione dell’VIII centenario dall’incontro di San Francesco con il Sultano, con il presepe curato dagli ospiti di Villa Gritta -Tassorello e addobbi assisiani di Silvia Balducci. Orari: Pre-festivi e festivi 9.30/12.30–15.30/18.30 – aperture straordinarie su prenotazione: 0185/385733 (aperto tutto l’anno).
Il 6 gennaio, due incontri di approfondimento sul Natale di Luzzati e sul gotico italiano tra Assisi e San Salvatore dei Fieschi.

“Il calendario che abbiamo predisposto è ricco di iniziative preparate e organizzate da una moltitudine di persone e associazioni che coinvolgono tutte le frazioni del territorio di Cogorno – dice il vice sindaco Enrica Sommariva -. Dalla fiumana bella alla collina del Monte San Giacomo, passando per il Borgo medievale, la biblioteca e il vicino impianto sportivo di San Martino, sono soprattutto i presepi dedicati ai più piccoli che invitano anche i grandi ad un percorso ricco di storia, solidarietà, arte e intensa religiosità. Bimbi, anziani, giovani e adulti volenterosi rendono speciale questo periodo natalizio all’insegna della cultura, dello sport, delle tradizioni antiche e della storia che quest’anno, grazie al Centro culturale – Museo dei Fieschi spazia fino ad Assisi e a Torino con il progetto “Sulle tracce dei Fieschi insieme a San Francesco d’Assisi e Papa Innocenzo IV “.
Il vice sindaco aggiunge: “San Francesco, la cui Basilica venne consacrata dal papa Fieschi, inventò il presepe; ed è proprio
al primo piano del Museo, che gli ospiti sono accolti dal presepe degli ospiti del centro riabilitativo Villa Gritta – Tassorello (famiglia appartenente all’Albergo dei Fieschi) uniti ad addobbi decorati con la Basilica di Assisi e la Basilica di San Salvatore. Al piano terra, anche la mostra di Lele Luzzati si arricchisce con il Suo Natale attraverso il presepe, il calendario dell’avvento e una natività, con il gatto (simbolo dei Fieschi) in primo piano. Da ricordare anche l’importante appuntamento del giorno della Befana, quando si potranno seguire gli interventi di approfondimento della dott.ssa Tonini e dell’architetto Garbarino”.