La XXVII edizione del Carnevale della Zucca torna a colorare con carri e maschere le vie del centro di Moneglia: ma non oggi, come da programma, bensì la settimana prossima, domenica 17 marzo: rimandata infatti proprio in questi minuti dall’organizzazione, a causa delle condizioni meteo instabili.

Una manifestazione che è tornata da alcuni anni ai suoi fasti migliori

Dopo alcuni “passi falsi”, in cui vuoi il maltempo, vuoi l’impossibilità di sfilare durante lo svolgimento dei grandi lavori di rifacimento del lungomare e di scavo del parcheggio della Piccola, la avevano costretta a toni assai minori. Ma quando è al suo meglio, come è tornato ad avvenire da un paio d’anni a questa parte, allora il Carnevale monegliese è in grado di attirare interesse da ben oltre i confini comunali, distinguendosi come uno dei più rappresentativi e importanti del Levante ligure.

La zucca che dà il nome alla festa è un autoironico simbolo folcloristico. Rappresenta la rivalità fra il levante ed il ponente cittadino, separati dal torrente San Lorenzo: secondo la leggenda, infatti, una pianta di zucca nata sulla sponda di ponente ma che germogliò su quella di levante fu “casus belli” fra gli abitanti delle opposte sponde: a chi spettavano di diritto, le zucche? Nella “futilità” di questa rivalità si esplicita l’accezione autoironica dell’appellativo che i monegliesi rivolgono al loro borgo, per l’appunto “il paese della Zucca”, riferendosi ai piccoli, improduttivi cortocircuiti sociali tipici dei piccoli paesi.

Leggi anche:  Presentata la lista a sostegno di Claudio Magro

Ancora una volta, oggi il tempo incerto ha costretto al rinvio della manifestazione, ma domenica prossima la proverbiale Zucca sarà solo simbolo di festa e divertimento.