Festival della Parola 2019, vasto il calendario degli appuntamenti collaterali al programma principale. Sono tantissimi gli eventi organizzati dai commercianti, dalle associazioni locali e, soprattutto, dalle scuole che, durante i quattro giorni del festival, accompagneranno gli ospiti alla scoperta della città, dei suoi luoghi storici e delle sue tradizioni.

Scuole protagoniste

Il Didafestival è la grande novità di quest’anno: un cartellone di eventi pensati per i ragazzi delle scuole che evidenzia la collaborazione con le realtà scolastiche cittadine, protagoniste al 50% del programma del Festival. Agli Istituti Comprensivi Chiavari I e II (Scuola media I.Alpi e Scuola media G.B. Della Torre) è stata affidata l’inaugurazione del Festival con il flashmob dedicato alla caduta del Muro di Berlino. Le due scuole medie proporranno poi diversi eventi: dalle mostre in Auditorium San Francesco ad attività di dialogo con la cittadinanza (cantastorie itineranti, point in piazza per sondaggi, etc). Il Liceo Luzzati si è occupato della progettazione di tutta la scenografica urbana: il simbolo del Festival della Parola 2019 è il “Globo della Parola”, la sfera di parole “sospesa” installato in piazza Mazzini. Ritornate anche le Parole sospese tra le vie, che hanno riscosso un grande successo lo scorso anno: lettere in sospensione e i titoli di otto canzoni del grande Lucio Dalla, scelte dai ragazzi. Le visite guidata in città quest’anno raddoppiano grazie al Liceo Marconi-Delpino e all’ITS in Memoria dei morti per la patria: i ragazzi del Marconi-Delpino si occuperanno delle visite al Parco Botanico di Villa Rocca e anche dei tour in città; mentre i ragazzi dell’ITS si occuperanno delle visite nel Borgolungo e negli atri dei palazzi storici, nei quali sono anche previsti degli eventi legati alla tradizione culinaria a cura del Consorzio Ristoratori Chiavaresi. L’Istituto Caboto si occuperà del servizio di accoglienza e della gestione dell’infopoint del festival in collaborazione con il Liceo Marconi-Delpino. Ricco in fine il Fuorifestival, grazie alla collaborazione di Ascom “Civediamo in centro a Chiavari” e del Civ “Le vie del Levante”, alle associazioni culturali della città, agli operatori commerciali, artisti e autori del Fuorifestival.