Ha preso avvio domenica 9 giugno, a chiusura del Podcast Festival, la prima Summer School in Media Ecology e Comunicazione Digitale, con una grande inaugurazione nella Sala del Consiglio del Comune di Camogli, alla presenza del Sindaco Francesco Olivari, del Vicesindaco Elisabetta Anversa, del Presidente e dei Direttori della scuola.

Venerdì 14 giugno, al Teatro Sociale di Camogli, la Summer School si apre al grande pubblico

17 giovani donne e 7 giovani uomini motivati, determinati, con carattere e con grandi aspettative, che non solo guardano al futuro, ma ne prendono le redini. Provenienti da esperienze formative diverse e da tutta Italia – da Torino a Cagliari, da Sassari a Imperia, da Cuneo a Roma, da Parma a Caltanissetta, da Menfi a Milano, e persino dall’Argentina – inizieranno a Camogli un’esperienza che li vedrà mettere a sistema le loro esperienze e i loro talenti, in due settimane di lezioni frontali, case studies e lavoro in team.

Guidati dai migliori professori dell’Università di Torino, dell’Università di Genova, del Politecnico di Torino, della Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa, dell’Istituto Italiano di Tecnologia e dai più influenti professionisti di settore, i 24 giovani laureati entreranno nel vivo del nostro ecosistema mediale, approcciando i meccanismi che lo governano e aprendo nuove possibilità d’azione.

Leggi anche:  Camogli, escursione "La città dei mille velieri"

A sostenere con 20 borse di studio l’iniziativa organizzata da Frame-Festival della Comunicazione, sei realtà impegnate in prima linea nella trasformazione digitale e attenti al tema dello sviluppo delle competenze: Gruppo Iren, Google, Enel, Audible Amazon, la Fondazione Conservatorio Fieschi e il Comune di Camogli.

Venerdì 14 giugno, al Teatro Sociale di Camogli (Piazza Matteotti 5) la Summer School si apre al grande pubblico con una Giornata Open dedicata a “Innovazione e cultura digitale”, che vedrà coinvolti ospiti di prestigio con importanti lectio sul presente e il futuro della comunicazione. Vi parteciperanno: il Rettore Paolo Comanducci, i professori Sabino Cassese, Maurizio Ferraris, Giorgio Metta, Francesco Tatò e Alessandro Penati e il segretario generale Fim Cisl Marco Bentivogli.

Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.