Un grande e variegato villaggio gastronomico attende i visitatori della 50^ Fiera Primavera per un tour del gusto che attraversa l’Italia, tocca gli Stati Uniti e l’Argentina e torna prepotentemente in Liguria. Protagonista anche il Levante ligure nella manifestazione prevista dal 29 marzo al 7 aprile.

Dalla focaccia al formaggio di Recco sino al latte dolce del Camugin

Il settore gastronomico della campionaria cambia look e spazia in una nuova tensostruttura allestita fronte mare, nei chioschi del cibo di strada e negli stand all’interno del padiglione Blu. Per una cena, un pranzo o uno spuntino “giusto” a solleticare il palato non c’è che l’imbarazzo della scelta. Si va dalla pinsa romana alla pizza napoletana, dalla cucina romagnola all’argentina passando per gli hamburger originali USA e la fassona piemontese, le birre di Alabuna e di E-Beer Shop, i babà e le sfogliatelle, i gelati della Carla, le specialità siciliane, dolci e salate, gli arrosticini della tradizione abruzzese e i must della Liguria: in primo piano la focaccia tradizionale genovese di Carlo il fornaio, la farinata, la panissa e il latte dolce del Camugin, la focaccia al formaggio di Recco IGP. Dieta mediterranea da portare sulla tavola di casa con i prodotti di Puglia, Sardegna, Sicilia, formaggi e salumi in arrivo anche da Amatrice.

Leggi anche:  Rinviata la bonifica del fondale marino

Ricavato del gelato alla Gigi Ghirotti

Dopo due anni di assenza torna a Fiera Primavera l’Associazione Gelatieri Artigianali Genovesi di Confesercenti. Il ricavato, al netto delle spese, del “dolce” lavoro dei maestri gelatieri sarà devoluto alla Gigi Ghirotti, la onlus per la terapia del dolore e le cure palliative a domicilio e in hospice, entrata nel cuore di tutti i genovesi.

Ingresso alla Fiera gratuito: gli orari

L’ingresso a Fiera Primavera è gratuito e l’orario di apertura è extralarge. ORARI: da venerdì  29 marzo a domenica 7 aprile, da lunedì a venerdì dalle 15.30 alle 22, sabato e domenica dalle 11 alle 23, domenica 7 aprile chiusura alle 21.