È partita in questi giorni la campagna di promozione istituzionale “La Liguria è un’altra cosa”, voluta da Regione Liguria per dare un segnale dopo gli eventi che hanno colpito il territorio nel 2018 – il crollo del Morandi e la mareggiata di fine ottobre – compromettendone l’immagine internazionale.

La campagna nei principali aeroporti e su quotidiani importanti

La campagna si sviluppa nei principali scali aeroportuali internazionali del Paese, ovvero Malpensa, Linate e Fiumicino, oltre all’aeroporto di Genova e al terminal dedicato ai voli per l’Italia dello Charles De Gaulle di Parigi. 29 grandi immagini della Liguria in tre lingue (italiano, inglese e francese) occuperanno per due mesi tutti gli spazi di maggior afflusso degli scali, con un pubblico potenziale stimato di 12 milioni di passeggeri. Ad accompagnare questa azione, due pagine di pubblicità su “The Financial Times” e “Le Figaro”, oltre ai principali quotidiani italiani fra cui “Il Sole 24 ore” e “il Corriere della Sera”.

Le località del Levante ligure che compaiono nella campagna

Tra le immagini della campagna, compaiono anche diverse località del Levante ligure: Sestri Levante, Riva Trigoso, Camogli, Punta Baffe.

Leggi anche:  Vescina: "rustie" da leccarsi i baffi

Una Liguria lontana dal cliché da cartolina delle vacanze estive

Diversamente dalle classiche campagne di promozione dedicate al grande pubblico, in questo caso l’obiettivo è quello di intercettare gli opinion maker mostrando una Liguria lontana dal cliché da cartolina delle vacanze estive, una regione moderna che esiste e lavora, fatta di tecnologia, crociere, divertimento, sport e buon cibo.

Le foto sono state scelte dopo una manifestazione di interesse aperta a tutti, dai fotografi professionisti agli instagrammers, fra le oltre 1300 che sono arrivate. Le foto selezionate saranno visibili da oggi fino a domenica 10 marzo nel cortile maggiore di Palazzo Ducale.

Le località del Levante ligure che appaiono nella campagna: