Domenica 8 luglio Varese Ligure ha celebrato il 200° anniversario della Madonna di Luglio. La festa di domenica scorsa è iniziata alle 11 con la messa solenne presieduta dal vescovo di La Spezia Luigi Ernesto Palletti. Nel pomeriggio la Filarmonica Varesina ha suonato in piazza Fieschi per il tradizionale concerto. In serata, a partire dalle 21, si è svolta la tradizionale processione per le vie del borgo con il cardinal Bagnasco.

Visita del cardinale Angelo Bagnasco

“E’ difficile arrendersi a Dio, che significa arrendersi all’amore. Consegnare a Lui il timone della nostra esistenza significa mettere nella sua volontà la nostra piccola e ostinata volontà – commenta Bagnasco nell’omelia – L’uomo moderno si crede padrone di sé stesso, pretende di esserlo, rifiuta che qualcuno gli dica che cosa è bene e che cosa è male come se ognuno di noi potesse essere il criterio della norma morale. Quando la società rompe con Dio diventa più disumana. Parla di diritti ma non di doveri; di libertà ma impone regole sempre più stringenti; di solidarietà ma si vuole sciogliere ogni legame, anche i più intimi, quelli della famiglia”.

Dopo aver intonato il canto tradizionale “Cara Madre”, a fine della celebrazione Andrea De Vincenzi, membro del comitato che organizza la festa, ha voluto ringraziare le tante persone che hanno partecipato alla festa:

“In questa serata ci sentiamo di rivolgere un saluto ed un augurio di pronta guarigione a don Paolo Costa che è gravemente ammalato e non ha potuto essere con noi”.

La festa si è conclusa poi con lo spettacolo pirotecnico.