Sfiorata la tragedia ieri pomeriggio a Lavagna quando, come descrive il Secolo XIX di quest’oggi, un’auto ha improvvisamente imboccato la pista ciclabile sul lungo Entella, rischiando di investire ciclisti e passanti prima di terminare la propria folle corsa urtando contro alcuni veicoli in sosta ed infine finendo a sbattere contro un albero. Alla guida un quarantenne con precedenti di polizia per droga, denunciato dai carabinieri per guida in stato di ebbrezza e senza patente, oltre che per ricettazione in quanto l’auto era rubata. «Un miracolo», così è stato definito dai testimoni il fatto che nessuno sia finito investito: una ragazza che non è stata urtata per un soffio è comunque stata portata al pronto soccorso in stato di choc ma, per fortuna, senza conseguenze fisiche.