Saranno pubblicate entro poco meno di un mese – la scadenza dei 90 giorni canonici è prevista per il 17 dicembre – le motivazioni della sentenza di condanna in primo grado a 4 anni e 4 mesi per Simone Novella. Come ricorda il Secolo XIX di oggi, l’ex soccorritore professionista era stato accusato di aver abusato sessualmente una ragazzina minorenne durante un trasporto in ambulanza: i fatti risalgono alla primavera del 2017, quando la giovane sedicenne aveva accusato un attacco di panico mentre era in spiaggia a Paraggi. Ad intervenire un equipaggio della Croce Verde di Santa Margherita, composto da un autista e Novella come soccorritore. Nel corso del trasporto e prima che l’ambulanza effettuasse il rendez vous con l’automedica del 118 al casello di Rapallo sarebbero avvenute le molestie e palpeggiamenti, che la ragazza confidò poi al personale medico di Lavagna una volta giunta al pronto soccorso. Ora, in primo grado e con il rito abbreviato, la sentenza che toglie il condizionale da questa ricostruzione dei fatti: per lo meno, appunto, sino alla pubblicazione delle motivazioni, dopo la quale la difesa di Novella valuterà se fare o meno appello.