Tragedia sulle Alpi Apuane: cade e perde la vita Moritz Stefan Wallenstatter, alpinista 28enne di origini tedesche ma residente da diversi anni a Rapallo.

A tradirlo una lastra di ghiaccio

È caduto sul versante occidentale della Pania della Croce, vicino Lucca, nel Vallone dell’Inferno, un nome più che mai foriero di sventura: così ha perso la vita Moritz Stefan Wallenstatter, 28enne originario della Germania ma da anni residente a Rapallo, in scalata sulle Alpi Apuane. L’allarme è stato lanciato nel tardo pomeriggio dai compagni di scalata, a cui ha risposto l’elicottero di soccorso Pegaso 3 che però, a causa delle condizioni meteo e dell’ormai già scarsa luce, non ha potuto raggiungere il giovane alpinista ma solo portare nelle vicinanze gli uomini del Soccorso Alpino ed i sanitari. A circa un’ora e venti minuti di marcia dal luogo dell’incidente: che la squadra di soccorso ha raggiunto, dove è stato constatato il decesso, ma lì si è fermata a notte ormai sopraggiunta.

La salma non è dunque ancora stata recuperata e, probabilmente, per il completamento delle operazioni si dovranno attendere almeno le prime luci dell’alba, condizioni meteo atmosferiche permettendo. A tradire l’alpinista rapallese sarebbe stata una lastra di ghiaccio, che l’ha fatto scivolare lungo il Vallone dell’Inferno per poi precipitare nella Buca della Neve.

Leggi anche:  Brucia un tetto a Lumarzo, residenti evacuati

LEGGI QUI – Domenica ore 9.30: al via le operazioni di recupero del corpo dell’alpinista, gli uomini del Soccorso Alpino di Lucca ci aggiornano sulla situazione.