Un quarto d’ora di “paura e delirio”, nel pomeriggio di ieri, alla stazione di Lavagna. Una rissa fra due gruppi di immigrati – prevalentemente magrebini molti dei quali presumibilmente ubriachi – ha costretto alla fuga i passeggeri in attesa dei treni. I due schieramenti si sono affrontati a urla e lanci di sassi e bottiglie tra i binari, con gli ovvi rischi anche legati al transito dei convogli. La stazione di Lavagna non ha (più) presidi di personale FS o della Polfer, come ormai molte delle stazioni minori della rete ferroviaria, dunque nessuno è potuto intervenire nell’immediato: all’arrivo delle pattuglie dei carabinieri, allertate attraverso il 112 dai presenti, i protagonisti della rissa si erano ormai già dileguati.