Nulla da fare per il 67enne che ieri è stato colpito da un malore a bordo di uno yacht ancorato nella rada antistante il porto di Santa Margherita Ligure.

Il malore

La giornata di ieri ha visto la Guardia Costiera impegnata a seguito di una richiesta di assistenza giunta intorno alle ore 06:30 circa, ricevuta dalla Sala Operativa della superiore Direzione Marittima della Liguria, in merito ad un uomo di origine colombiana di 67 anni colto da malore, a bordo di uno yacht battente bandiera delle Isole Vergini Britanniche, ancorato nella rada antistante il porto di Santa Margherita Ligure. La M/V CP 883 pertanto si è diretta tempestivamente, dopo aver imbarcato personale medico del 118, verso lo yacht ancorato nella rada del porto di Santa Margherita Ligure.

Alle ore 07.35 il medico, imbarcato a bordo dell’unità da diporto unitamente ai militari della Guardia Costiera, ha constatato il decesso dell’uomo.

Considerate le condizioni meteo marine, la Sala Operativa di questo Comando ha disposto l’ormeggio dello yacht presso la banchina del porto di Santa Margherita Ligure, dove il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo ha dato luogo alle indagini di rito, secondo le pertinenti disposizioni impartite dalla superiore Procura della Repubblica di Genova.

Leggi anche:  Il nuovo numero verde gratuito per contattare la guardia medica dell'Asl 3

Durante la fase delle indagini si è proceduto ad acquisire ogni informazione utile da parte delle persone presenti a bordo, congiuntamente ai militari della locale Compagnia dei Carabinieri in ragione della necessità di disporre prontamente di un interprete.

La salma è stata successivamente trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale S. Martino di Genova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.