E’ stato ritrovato oggi venerdì 24 maggio intorno alle 16, il corpo senza vita di Giuseppe Ciaccio. Lo hanno individuato a Punta Martin i Vigili del Fuoco con una squadra di droni.

Aggiornamento ore 19.40: i Vigili del Fuoco stanno cercando di recuperare il corpo, si trova in un dirupo

Raggiunto il posto con la squadra di terra, i Vigili del Fuoco di Genova stanno valutando come recuperare il corpo dell’ uomo, un’operazione piuttosto difficoltosa trovandosi in un dirupo profondo circa 200 metri. “Stiamo valutando se recuperare il corpo con l’elicottero stasera- hanno dichiarato i Vigili del Fuoco -,  al momento il mezzo si trova già occupato in un altro intervento, con il buio tutto potrebbe essere più difficoltoso”.

Di Giuseppe Ciaccio si erano perse le tracce venerdì 17 maggio: l’appello era partito da Chiavari

Di Giuseppe Ciaccio si erano perse le tracce venerdì 17 maggio: la denuncia di scomparsa era partita da Chiavari (sul Nuovo Levante di oggi un articolo dedicato). Ricercatore e docente universitario genovese di 51 anni, era residente a Genova zona Principe ma conosciuto anche nel Levante. Ciaccio venerdì era sceso dal treno alla stazione di Genova Prà, poi il nulla: aveva dichiarato di andare a fare un’escursione in zona Genova Pra.

Leggi anche:  Conti di Lavagna, un altro mese di attesa per le motivazioni della sentenza

Incessante il lavoro in questi giorni del personale di Croce Rossa Italiana, volontari del Soccorso Alpino, Vigili del Fuoco e Unità Cinofila della Croce Rossa con il cane Ettore, sulle alture di Aquasanta sopra Genova Voltri. Le ricerche si erano concentrate nella zona di punta Martin, meta frequentata dagli escursionisti.

Anche la trasmissione “Chi l’ha visto?” si era occupata della scomparsa.